Vai a sottomenu e altri contenuti

Difensore Civico

Al Difensore Civico, nominato dal Consiglio Comunale, possono rivolgersi i cittadini, gli enti, le associazioni e le formazioni sociali interessati alla corretta applicazione delle norme che regolano l'azione amministrativa.

Istituzione e modalità di elezione

(estratto dallo statuto)
Al difensore civico comunale, competono le funzioni di tutela degli interessi non garantiti giuridicamente ai cittadini.
Viene eletto, dal Consiglio comunale integrato da un rappresentante eletto da ogni Consiglio circoscrizionale, con votazione a scrutinio segreto.
Per essere eletto deve ricevere la maggioranza dei due terzi degli aventi diritto al voto, nel caso in cui dopo due votazioni non fosse raggiunta la maggioranza richiesta sarà sufficiente la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto.

Durata della carica

(estratto dallo statuto)
Il difensore civico dura in carica quanto il consiglio comunale che lo ha eletto e comunque fino alla nomina del successore. Può essere confermato una sola volta.
Può essere revocato, per gravi motivi connessi all'esercizio delle sue funzioni, dallo stesso organo e con le stesse maggioranze previste per la sua elezione.

Poteri

(estratto dallo statuto)
Il difensore civico ha potere di denunciare in apposita sessione annuale del consiglio comunale la violazione, per responsabilità amministrative, delle aspettative dei cittadini in ordine alla efficienza, tempestività, correttezza e trasparenza della amministrazione comunale, delle sue istituzioni, delle sue aziende, delle società e dei consorzi cui il comune partecipa e della gestione del pubblico denaro.
Il difensore civico, limitatamente alle responsabilità riconducibili ai titolari degli uffici e dei servizi comunali può, mediante denuncia inviata al sindaco, chiedere l'avvio delle procedure disciplinari per l'accertamento delle responsabilità e l'irrogazione delle sanzioni previste dalle leggi, dallo statuto e dai regolamenti. Sulla richiesta del Difensore civico la giunta deve provvedere con atto motivato, entro trenta giorni dalla denuncia.

Modalità di accesso dei cittadini al difensore civico

(estratto dallo statuto)
I cittadini interessati e le associazioni di interesse locale possono adire l'ufficio del Difensore civico per sollecitarne l'intervento nei casi di violazioni di leggi, norme statutarie e regolamentari, sul diritto all'informazione, all'accesso ed alla pubblicità delle procedure amministrative ed in ogni altro caso di abuso rientrante nella previsione del presente punto.
Nei casi di violazione della legge 7 agosto 1990, n. 241, l'ufficio del difensore civico può essere attivato quando non è possibile l'azione giurisdizionale o amministrativa o comunque essa non è stata ancora attivata.
In caso di necessità l'amministrazione pone a disposizione del difensore civico un dipendente in grado di fungere da traduttore in lingua slovena.

Rapporti con l'amministrazione comunale

(estratto dallo statuto)
Il difensore civico ha facoltà di chiedere dati e notizie all'amministrazione interessata e di accedere agli uffici, consultando, per il tramite del funzionario responsabile, gli atti e la documentazione necessari. Al difensore civico non può essere opposto il segreto d'ufficio.
Nell'ipotesi in cui, in esito agli accertamenti o all'indagine svolta, il difensore ritenga fondata la richiesta del cittadino, si rivolge al Sindaco proponendo l'annullamento dell'atto adottato o il compimento dell'atto dovuto. Sulla proposta, sia in caso di accoglimento che di diniego, l'organo comunale competente deve provvedere con atto motivato.

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Servizi Amministrativi
Referente: Giovanni Santo Porcu
Indirizzo: Piazza SS Crocifisso - 08020 Galtellì (NU)
Telefono: 078490005  
Fax: 078490572  
Email: protocollo@comune.galtelli.nu.it
Email certificata: protocollo@pec.comune.galtelli.nu.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto