Vai a sottomenu e altri contenuti

Morte - Dichiarazione di morte

In caso di decesso presso un'abitazione privata la dichiarazione di morte deve essere resa all'Ufficiale dello Stato Civile del comune ove è avvenuto il decesso entro 24 ore dall'evento.

Tale dichiarazione compete a uno dei congiunti o a una persona convivente con il defunto a un loro delegato o in mancanza a una persona informata del decesso. L'Ufficio provvede a formare l'atto e rilasciare il permesso di seppellimento e ad informare l'anagrafe per l'aggiornamento dei dati presenti nell'archivio o a comunicare il decesso al comune di residenza se diverso da Galtellì.

Nel caso in cui invece il decesso fosse avvenuto presso una struttura ospedaliera casa di cura o altro Istituto la dichiarazione di morte viene fatta dal Direttore dello stesso che trasmette poi d'ufficio all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune l'avviso di morte unitamente alla scheda ISTAT ed al certificato necroscopico.

Requisiti

Il decesso deve essere avvenuto nel territorio del Comune.

Costi

-

Normativa

D.P.R. n. 396 del 3/11/2000 - ''Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'Ordinamento dello Stato Civile a norma dell'art. 2 c. 12 legge 127 del 15/5/1997″ D.P.R. 10.09.1990 n. 285 - Nuovo Regolamento di Polizia Mortuaria.

Documenti da presentare

Scheda ISTAT di morte rilasciata dal medico curante ed accertamento del medico necroscopo.

Il nominativo di quest'ultimo potrà essere richiesto al centralino del Presidio Ospedaliero

Termini per la presentazione

24 ore dal decesso.

Incaricato

-

Tempi complessivi

-
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto