Vai a sottomenu e altri contenuti

Anagrafe - Cancellazioni dall'Anagrafe della Popolazione Residente

La cancellazione dall'Anagrafe della Popolazione Residente viene effettuata:

  • Per morte compresa la morte presunta giudizialmente dichiarata;
  • Per trasferimento della residenza in altro Comune o all'estero nonché per trasferimento del domicilio in altro Comune per le persone senza fissa dimora;
  • Per irreperibilità accertata a seguito delle risultanze del censimento generale della popolazione ovvero quando a seguito di ripetuti accertamenti opportunamente intervallati nel tempo la persona sia risultata irreperibile;
  • Per i cittadini stranieri per irreperibilità accertata ovvero per effetto del mancato rinnovo della dichiarazione di dimora abituale trascorso un anno dalla scadenza del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno previo avviso da parte dell'Ufficio competente con invito a provvedere nei successivi 30 giorni.

I cittadini stranieri che trasferiscono la residenza all´estero devono comunicarlo all´ Ufficio Anagrafe alcuni giorni prima del trasferimento.

I cittadini italiani che si trasferiscono in un altro Comune si devono recare presso il nuovo Comune di residenza per istruire una pratica di iscrizione anagrafica. Successivamente sarà il nuovo Comune di residenza a chiedere d´ufficio al precedente Comune in cui l´interessato dimorava la cancellazione anagrafica.

Requisiti

Essere cittadino Italiano o straniero ed essere stati residenti nel Comune.

Costi

-

Normativa

L. n. 1228/1954; Regolamento Anagrafico adottato con D.P.R. n. 223/1989; D.P.R. n. 394/1999.

Incaricato

-

Tempi complessivi

20 giorni dal ricevimento della richiesta salvo differimento del termine.
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto